Come sta andando l’economia italiana?

italia1Nel mare magnum di dichiarazioni sull’andamento dell’economia italiana, si corre il rischio di perdere di mira alcuni fondamentali nell’analisi macroeconomica, che sarebbe invece opportuno fissare più saldamente. Cerchiamo dunque di correre rapidamente ai ripari, aggiornando alcune statistiche sull’evoluzione dei dati macro più importanti.

Cominciamo oggi con le vendite al dettaglio, che nel mese di novembre sono salite di +0,3% su base mensile, recuperando quanto perso il mese precedente. L’incremento nel mese è spiegato per lo più dagli alimentari (+0,7% su base mensile), con variazione annua tuttavia scesa in territorio negativo a -0,1%, da +1,8% a ottobre. Il dettaglio per gruppi di prodotti è piuttosto differenziato: ad aumenti superiori al punto percentuale per abbigliamento (+1,4%) e prodotti farmaceutici (+1,1%) si contrappongono cali vistosi per quel che concerne, tra gli altri, informatica, telecomunicazioni e telefonia (-2,1%), generi casalinghi (-1,6%) e calzature e articoli in cuoio e da viaggio (-1,3%).

Per quanto concerne l’evoluzione del fatturato e degli ordinativi industriali, invece, il primo è calato dell’1,1% su base mensile, mentre gli ordinativi sono saliti dell’1,6% a novembre, sempre su base mensile. Ancora, a dicembre il commercio estero con i Paesi extra-UE ha registrato un aumento di +0,9% per l’export a fronte di un calo di -2,9% per l’import. La fiducia dei consumatori, dopo il calo di dicembre, è salita a sorpresa a gennaio (a 118,9 da 117,7), toccando un nuovo record da quando è disponibile una serie storica comparabile (gennaio 1995).

Infine, come atteso, le retribuzioni contrattuali sono rimaste ferme nel mese di dicembre, dopo un lieve incremento a novembre, poiché l’entrata in vigore delle applicazioni contrattuali nei settori del vetro, dell’energia elettrica, degli autoferrotranvieri e dei servizi portuali (con incrementi medi del 2%) non sono state sufficienti, visto il peso ridotto dei contratti in questione (meno del 2% del monte-retribuzioni totale) a innescare una variazione apprezzabile dell’indice generale.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi