Cos’è un ETF sull’argento?

trend tradingUn ETF è un fondo scambiato in borsa, simile a un fondo comune di investimento – cioè, uno strumento finanziario che consente all’investitore di poter investire in un paniere di azioni, obbligazioni o altri asset sottostanti come le materie prime fisiche, con un unico investimento. Così, con ogni quota dell’ETF, si finisce con il possedere una quota dell’attività sottostante. Da quanto sopra ne deriva che un ETF sull’argento, come suggerisce il nome, è un ETF che monitora i prezzi dell’argento. Così, quando si acquista una quota di un ETF sull’argento, si arriva effettivamente a possedere una quantità nozionale di argento.

Gli ETF di questo comparto generalmente finiscono con il monitorare un indice, ovvero significa che le loro partecipazioni replicano le partecipazioni dell’indice. Ad esempio, l’ETF di iShares MSCI Global Silver Miners tiene traccia dell’indice MSCI ACWI Select Silver Miners Investable Market Index, che misura la performance delle azioni di società impegnate principalmente nell’estrazione, esplorazione e produzione di argento nei mercati sviluppati ed emergenti. L’ETF, pertanto, possiede gli stessi titoli dell’indice.

Poiché gli ETF sono quotati in un’importante borsa valori, è possibile acquistare e vendere quote di un ETF durante le ore di mercato, proprio come le azioni. Questa flessibilità di negoziare in qualsiasi momento al valore di mercato attraverso il giorno di negoziazione è uno dei maggiori vantaggi di un ETF. Ma non è l’unico! Di norma, infatti, gli ETF hanno costi inferiori e sono più efficienti dal punto di vista fiscale rispetto ai fondi comuni d’investimento a gestione attiva, il che si traduce in guadagni maggiori nelle mani di un investitore.

Insomma, l’investitore che vuole investire in argento, potrebbe ben farlo attraverso un ETF, eleggendo questo strumento come quello preferito per poter entrare in questo settore mediante un prodotto economico, facilmente acquistabile e vendibile e, inoltre, godendo di una diversificazione ulteriore, quale quella “interna” allo stesso strumento.

Leave a Reply