Immatricolazioni auto in crescita, ma FCA fa peggio del mercato

fcaLe immatricolazioni di auto in Italia nel corso del mese di gennaio hanno registrato un incremento del 3,36 per cento rispetto a quanto non fosse registrato nel corso dello stesso periodo dell’anno precedente, con Fiat Chrysler Automobiles (FCA) che tuttavia ha fatto peggio del mercato, pur incrementando la quota.

Di fatti, secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, il mese scorso sono state immatricolate 177.822 autovetture e, in tale scenario, il gruppo FCA ha segnato una crescita dello 0,5 per cento anno su anno, con una quota di mercato salita al 28,64 per cento rispetto al 26,49 per cento di dicembre.

Per quanto attiene le prestazioni dei singoli brand, il marchio Fiat ha registrato un calo del 7,95 per cento, mentre il marchio Chrysler-Jeep-Dodge ha registrato un incremento del 107,74 per cento. A dicembre le immatricolazioni complessive erano state 121.000 unità (-3,17 per cento), mentre FCA aveva registrato una flessione del 13,8 per cento, a 32.074 unità. Fiat Chrysler ha registrato vendite in diminuzione del 13 per cento negli Stati Uniti nel mese di gennaio, a 132.803 veicoli.

A proposito di dati societari e Stati Uniti, recente è la pubblicazione da parte di GM dei suoi risultati di vendita, in incremento nel mercato domestico dell’1,3 per cento, al di sotto delle attese di consenso pari a +3,4 per cento. A livello dei singoli marchi, Chevrolet ha registrato un aumento del 5 per cento, con le immatricolazioni dei modelli crossover che però hanno visto una crescita del 40 per cento. Le immatricolazioni di vetture Buick sono salite del 4 per cento, mentre quelle a marchio Cadillac sono scese del 3,9 per cento a cui si associa la contrazione dell’11,4 per cento di Gmc.

Leave a Reply