Investimenti editoria, margini crollati negli ultimi anni

coin-1080535_960_720Gli investimenti nel settore editoriale? Una delusione, considerato che che dai dati che emergono dallo studio R&S di Mediobanca, nel corso del 2015 il settore sembra esser andato in controtendenza per quanto concerne la marginalità. Il crollo dei margini dal 2008 al 2015 è stato infatti del 95,7 per cento, con l’analisi del Centro studi di Mediobanca sulle 2060 società italiane industriali e terziarie di grandi e medie dimensioni che evidenzia quanto siano lontani i margini del pre crisi.

Rispetto ai dati del 2007, sottolinea il dossier, si è infatti verificati un calo del 32 per cento dei margini per le 2060 imprese e del 19,1 per cento per la manifattura. Sono in positivo solamente le medie imprese (+4,6 per cento) e il made in Italy (+2,8 per cento).

Anche per quanto concerne la prima riga di conto economico, il fatturato, i ritardi non sembrano essere irrilevanti e, ancora una volta, giungono al top proprio nell’editoria, in calo del -38,5 per cento. Le vendite delle attività con sede in Italia delle 2.060 società hanno segnato nel 2015 un passo indietro dell’1,3 per cento, per la terza variazione consecutiva con il segno meno, dopo il -1,5 per cento del 2014 e dopo il -2,3 per cento del 2013.

Per quanto infine concerne il dato relativo all’andamento della forza lavoro, il dossier afferma che dal 2008 ad oggi i dipendenti sono calati soprattutto nel settore della stampa e dell’editoria, con una contrazione del 23,1 per cento, oltre che dai prodotti per l’edilizia (-25,4 per cento), dalla produzione di elettrodomestici (-24,6 per cento) e dal tessile (-19,4 per cento).

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi