Investire negli indici azionari

euroIl mondo degli investimenti finanziari è molto ampio e permette a chiunque di accedervi, grazie alla presenza di tanti strumenti diversi. Uno dei più interessanti metodi di investimento è quello che comporta la speculazione sull’andamento degli indici finanziari, come ad esempio il Ftse Mib, ossia il principale indice azionario italiano.

Di cosa si tratta

Il Ftse Mib è un indice azionario relativamente nuovo, che è nato nel 2009 dalla fusione tra Borsa Italiana e London Stock Exchange. Al suo interno si contrattano le 40 maggiori società italiane, per volume di capitali nel mercato azionario della penisola. Tra le aziende che si possono trovare nel Ftse Mib possiamo notare Enel, A2A, Ansaldo, Finmeccanica, Mediobanca e così via: si tratta del fior fiore delle società italiane, i cui andamenti singoli si possono facilmente conoscere leggendo il giornale o seguendo i fatti di cronaca.

Perché investire in borsa

Molte persone amano investire in borsa, nelle società che tutti conoscono e di cui si sente parlare quotidianamente. Questo tipo di investimento porta spesso ad un rischio controllato, perché non è poi così difficile intuire l’andamento del mercato, evitando di investire nelle società che danno segnali di abbassamento nel loro valore di borsa o acquistando i titoli di quelle società più fiorenti, che fanno annunci di fusioni o di innovazioni redditizie.

Le società contrattate nel Ftse Mib

L’indice azionario Ftse Mib riporta solo azioni di società molto note e conosciute. La possibilità di contrattare esclusivamente i titoli di queste società è di grande vantaggio, soprattutto per i piccoli investitori. Chi infatti possiede ampie cifre di denaro può diversificare molto le sue speculazioni, pur immettendo in ogni affare ampie somme. Il piccolo o medio investitore invece tenderà ad effettuare trade molto più piccoli, pari a poche centinaia di euro in totale. Grazie alla possibilità di conoscere in modo preciso le azioni cui rivolgersi si hanno maggiori garanzie e possibilità: anche nelle operazioni di borsa la conoscenza porta a grandi occasioni di guadagno, mentre l’ignoranza causa spesso perdite pesanti.

Il CFD

Per i piccoli investitori lo strumento più pratico e rapido per effettuare speculazioni con le società dell’indice Ftse Mib consiste nell’investire non nelle singole azioni, ma nei Cfd. Si tratta di prodotti derivati, l’acronimo in inglese sta per Contract For Difference, contratto per differenza. In sostanza il cliente acquista alcune quote contrattuali di un dato indice azionario o titolo di borsa, al prezzo di quotazione. Se riesce a vendere tutte le quote del contratto ad un prezzo maggiore rispetto a quello di acquisto effettua un guadagno.

I vantaggi dei CFD

Rispetto ai normali investimenti in borsa l’utilizzo del mercato CFD è fondamentalmente la rapidità di apertura e chiusura delle posizioni. Per fare un esempio, se si acquistano effettivamente delle azioni di A2A in linea generale si tenderà a mantenerle per un dato periodo di tempo, attendendo che il loro valore aumenti. Può capitare che ciò avvenga nell’arco di un giorno, o di due mesi, durante i quali il capitale è immobile. Nel mondo dei CFD invece si stipulano contratti che possono durare anche solo alcune ore o minuti, in modo da effettuare moltissimi trade durante ogni singola giornata lavorativa.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi