Investire nell’argento

forex upUn ETF sull’argento è un fondo quotato in borsa che monitora l’andamento del prezzo di lingotti in argento o di azioni di società che investono su questa materia prima. Ed è, probabilmente, uno degli strumenti più intelligenti nelle mani di un investitore che cerca di esporsi a tale metallo prezioso. L’argento spesso evoca immagini di gioielli o monete lucenti, ma… si può forse rimanere sorpresi nel sapere che l’argento è principalmente un componente indispensabile per diverse industrie e prodotti chiave, in particolare per i dispositivi elettronici.

L’idea di investire in ETF sull’argento può sembrare più complessa di opzioni più semplici come l’acquisto di monete d’argento, barre d’argento con purezza al 99,9%, contratti a termine, o azioni di grandi aziende che operano nel settore, come la multinazionale Wheaton Precious Metals Corp.. Tuttavia, basta un piccolo approfondimento in questo comparto per rendersi conto come un ETF dell’argento non solo è un’alternativa più sicura, più economica ed efficiente dal punto di vista fiscale al possesso della merce, ma aiuta anche a diversificare il proprio portafoglio in maniera ottimale.

Ma che cos’è l’argento? In sintesi, l’argento è principalmente un “sottoprodotto” dell’estrazione di oro, rame, zinco e piombo. Il che significa che si trova principalmente in combinazione di uno o più di questi metalli primari e di base sotto la crosta terrestre, e deve essere separato da altri elementi estranei. Questo spiega anche perché le aziende che estraggono argento spesso sono anche aziende di produzione di altri metalli!

Prendiamo ad esempio Fresnillo, con sede in Messico. Fresnillo non è solo la più grande azienda produttrice di argento al mondo, ma anche il più grande produttore d’oro del Messico. Allo stesso modo, nel 2017 Goldcorp, una delle più grandi imprese mondiali di estrazione dell’oro, era anche il quarto produttore mondiale di argento nel mondo.

L’argento è stato estratto per la prima volta quasi 5.000 anni fa, ma solo più tardi, nel XIX secolo, la produzione è esplosa. Nel 2017 sono stati prodotti complessivamente 852,1 milioni di once d’argento. Il Messico e il Perù sono stati i maggiori Paesi produttori di argento al mondo, tanto da rappresentare insieme quasi il 40,4% della produzione mondiale di argento nel 2017, seguiti dalla Cina, che ha contribuito per il 13% alla produzione globale di argento nell’anno di considerazione.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi