Petrolio in lieve incremento

Questa mattina il petrolio sembra poter governare una situazione di lieve incremento nelle proprie quotazioni, con il WTI che sta essendo negoziato vicino al prezzo più alto delle ultime tre settimane. Merito (o colpa, a seconda dell’esito dei vostri impieghi) della ridotta produzione delle raffinerie e del ridotto trasporto delle condutture lungo la costa del Golfo degli Stati Uniti, che stanno lentamente riavviando le operazioni dopo il passaggio dell’uragano Harvey. (altro…)

Eurozona, ripresa solida ma meno che prima della crisi

La ripresa economica dell’area euro continua con buona costanza. Certo, non parliamo di una tendenza contraddistinta da una velocità rapidissima, ma comunque appare essere stabile la ripresa della produttività dell’eurozona. (altro…)

Terremoto magnitudo 10: che cosa accadrebbe?

Tutti noi ricordiamo ancora il drammatico terremoto di Tõhoku, in Giappone, nel 2011. Localizzato fuori dalle coste del Paese asiatico, questo fortissimo sisma è stato in grado di determinare la nascita di un’onda di alta marea di 40 metri, riuscendo addirittura a spostare l’intera isola principale di Honshu a est di 2,4 metri. (altro…)

Air Berlin in bancarotta, voli garantiti

Air Berlin ha fatto sapere che la società è in bancarotta. Tuttavia, almeno per il momento, chi ha prenotato un volo con la compagnia tedesca può dormire sonni tranquilli, considerato che se la società sta portando i libri in Tribunale, i voli saranno comunque garantiti.

A rassicurare i tanti utenti preoccupati di quel che sarà del proprio volo è un portavoce del governo tedesco, secondo cui per poter assicurare la regolarità dei voli verrà domandato un prestito ponte, in attesa di trovare una migliore soluzione per il destino della compagnia aerea, che ha cercato di porsi in concorrenza con i grandi gruppi specializzati nel low cost di corto raggio, finendo con il soccombere dinanzi ai competitors. (altro…)

Crescita dell’utile per Assicurazioni Generali

Assicurazioni Generali ha comunicato di aver chiuso il primo semestre del 2017 con un utile in crescita rispetto a quanto non fosse stato registrato nello stesso periodo dell’esercizio precedente. In particolare, un comunicato stampa ha ricordato come Generali sia riuscita ad archiviare il primo semestre dell’anno con un utile netto in crescita del 3,7 per cento su base annua, attestandosi a 1,2 miliardi di euro. (altro…)

Pil Italia, il FMI migliora le stime

Secondo quanto afferma il Fondo monetario internazionale nel suo ultimo aggiornamento, l’economia italiana crescerà più delle attese, arrivando al +1,3% nel corso del 2017 e al +1,0% nel corso del 2018. Un’accelerazione piuttosto vistosa, che arriva nell’ambito di una ripresa globale più convincente, penalizzata però dall’inattesa frenata degli Stati Uniti (ma controbilanciata, dall’altra parte, da una crescita più sostenuta da parte dell’area euro”. (altro…)

Generali sta valutando la cessione di alcuni asset in Germania

Secondo alcune recenti fonti di stampa (l’agenzia Reuters e il quotidiano economico finanziario Il Sole 24 Ore) Generali avrebbe messo in vendita i 44 miliardi di euro di attività di assicurazione vita tedesche, sotto Generali Leben. L’obiettivo è quello – peraltro, non certo tenuto nascosto – di ristrutturare la sua struttura europea rendendo la più efficiente e spingendo il focus sulle aree e sui settori in cui è maggiormente in grado di ottenere una migliore marginalità. (altro…)

Migliora la finanza pubblica italiana (ma salgono le tasse)

banca soldiSecondo le ultime informazioni ufficiali formulate dall’Istat, in Italia la finanza pubblica sarebbe in miglioramento, insieme al reddito delle famiglie. Di contro, è pur vero che sale – anche se di poco – la pressione fiscale, che stando ai dati che sono stati rilasciati dall’Istat si è portata al 38,9 per cento del Pil, in incremento di 0,3 punti percentuali rispetto a quanto non fosse nello stesso periodo (il primo trimestre) dell’anno precedente.

Parlando dei dati positivi, emerge tuttavia come l’indebitamento netto della pubblica amministrazione sia risultato pari al 4,3 per cento del Pil, 0,6 punti meno di quanto non fosse accaduto nel corso del 2016. Si tratta del valore più basso registrato dall’Istituto nazionale di statistica dal 2000 a questa parte, con il saldo primario e il saldo corrente risultati entrambi negativi: – 0,6 per cento del Pil nel primo caso (contro il – 1,4 per cento del primo trimestre 2016) e – 1,7 per cento del Pil nel secondo caso (contro il – 2,2 per cento dello stesso periodo dell’anno precedente). (altro…)

Licenziamenti Natuzzi, l’azienda “contro” i giudici

Negli ultimi giorni è salita agli onori della cronaca la vicenda industriale che sta coinvolgendo i lavoratori di Natuzzi e, in particolar modo, su 3 dipendenti che rischiano di diventare – loro malgrado – un caso internazionale. Ma per quale motivo?

Facendo un piccolo passo indietro, si può rammentare come ad ottobre 2016 Natuzzi propose agli esuberi individuati nel piano industriale di ricollocarsi all’interno di una nuova società. Dei 355 individuati, però, ben 179 rifiutarono e, solamente 40 diedero l’assenso al trasferimento della newco nello stabilimento di Ginosa (i restanti accettarono l’incentivo all’esodo). Di quei 179 che scelsero la via del ricorso, 3 hanno già ottenuto una vittoria, con una favorevole sentenza del Tribunale di Bari che tuttavia non chiude la vicenda (anzi). (altro…)

Brexit colpisce il mercato immobiliare: comprare casa a Londra costa un po’ di meno

Comprare casa a Londra? Non è certo un’operazione alla portata di tutti, ma sta diventando sempre più conveniente, o quasi. Tanto che, sostengono alcuni analisi – forse con un occhio eccessivo di pessimismo – tra non molto tempo comprare una casa nella costosissima City potrebbe diventare molto più economico rispetto a quanto non sia oggi, o non sia stato ieri. (altro…)

Contenuto bloccato  
Contenuto bloccato