Quale è il miglior modo per spazzolare i denti?

Vi siete mai chiesti qual è il modo giusto per spazzolare? E cosa non dovreste invece fare per una corretta pulizia e igiene orale?

Iniziamo con il rammentare che il corretto spazzolamento richiede almeno due minuti. Purtroppo, nella prassi quotidiana, la maggior parte degli adulti non si avvicina nemmeno lontanamente a questo traguardo. Fate una prova per avere un’idea del tempo necessario, provando a utilizzare un cronometro.

Detto ciò, per lavarsi i denti in modo appropriato, utilizzate tratti brevi e delicati, prestando particolare attenzione al margine gengivale, ai denti posteriori difficili da raggiungere e alle aree intorno a otturazioni, corone o altri restauri. Concentratevi sulla pulizia completa di ogni sezione come segue:

  • pulite le superfici esterne dei denti superiori, quindi i denti inferiori;
  • pulite le superfici interne dei denti superiori, quindi i denti inferiori;
  • pulite le superfici utili per masticare;
  • per un alito più fresco, assicuratevi di lavare anche la lingua.

Per quanto poi concerne la gestione dello spazzolino, inclinatelo con un angolo di 45 ° contro il margine gengivale e spazzate in senso rotatorio partendo dal margine gengivale. Spazzolate poi delicatamente la superficie esterna, interna e masticatoria di ciascun dente con brevi tratti, rispettando sempre il senso circolare. Spazzolate infine delicatamente la lingua per rimuovere i batteri e rinfrescare l’alito.

Alla fine di tutto ciò, impiegando 120 secondi del vostro tempo, sarete probabilmente in grado di garantirvi un risultato di particolare efficienza, e avrete dato una mano d’aiuto fondamentale per il mantenimento di una corretta igiene orale.

Leave a Reply