Terremoto magnitudo 10: che cosa accadrebbe?

Tutti noi ricordiamo ancora il drammatico terremoto di Tõhoku, in Giappone, nel 2011. Localizzato fuori dalle coste del Paese asiatico, questo fortissimo sisma è stato in grado di determinare la nascita di un’onda di alta marea di 40 metri, riuscendo addirittura a spostare l’intera isola principale di Honshu a est di 2,4 metri.

Come se non bastasse, tale sisma ha determinato che oltre 127.000 edifici sono crollati e quasi 16.000 persone sono morte. Il tutto, attraverso un terremoto di magnitudo 9.1, che ha rilasciato solamente circa il 3% dell’energia che tecnicamente potrebbe essere possibile rilasciare attraverso un terremoto di magnitudo 10.

Dunque, che cosa potrebbe essere lecito attendersi con un drammatico terremoto di magnitudo 10? La Terra potrebbe essere spazzata completamente via? In realtà, le conseguenze potrebbero essere meno tragiche di quanto si possa pensare, sebbene – naturalmente – un simile sisma avrebbe contorni gravissimi e drammatici.

Di fatti, più i terremoti sono forti e più sono in grado di rilasciare più energia. Ma di solito questa super-energia prodotta e rilasciata è diffusa su un territorio molto vasto. Insomma, se un giorno (speriamo di no!) l’umanità dovesse sperimentare le conseguenze di un terremoto di magnitudine 10, è possibile che il terreno possa scuotersi almeno quanto avverrebbe con un terremoto di grandezza pari a 9, ma probabilmente lo farà molto più a lungo, e forse fino ad addirittura 30 minuti continuativamente.

Valutato che non è stato possibile ancora sperimentare un simile evento, non possiamo che sperare di rimanere con il dubbio ancora a lungo!

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi