Trimestrale deludente per General Electric

15103192-14759122717965736In una stagione di trimestrali a stelle e strisce particolarmente convincenti, cominciano ad apparire le prime “pecore nere” o, per lo meno, di qualche tonalità di grigio. General Electric ha ad esempio pubblicato un report in cui spicca un utile trimestrale al di sotto delle attese degli analisti e, anche in virtù di ciò, è stato costretto a rivedere gli obiettivi 2016 in peggio.

In maniera più specifica, il Gruppo statunitense ha archiviato i risultati del terzo trimestre con un calo dell’utile netto del 20 per cento rispetto al dato dell’analogo periodo del precedente esercizio: in particolare, il risultato si è attestato a 1,99 miliardi di dollari, corrispondenti a un utile per azione pari a 0,32 dollari, al di sopra dei 0,30 dollari per azione che erano invece stati stimati dal consenso.

Analogamente, il fatturato ha accusato una flessione su base annua del 4,4 per cento a 29,27 miliardi di dollari, anch’essi inferiori, seppur di poco, ai 29,64 miliardi di dollari indicati dal mercato.

Nel contempo, il Gruppo ha però tagliato le proprie stime sul fatturato 2016, attendendosi ora una crescita limitata al 2 per cento rispetto al range 2-4 per cento indicato in precedenza. Inoltre, l’utile per azione dovrebbe attestarsi tra 1,48 e 1,52 dollari, rispetto ai 1,45 – 1,55 dollari indicati in precedenza.

Insomma, un passo indietro nella strada di crescita del gruppo che, seppur farà dispiacere a ben più di qualche stakeholders, non mina comunque la solidità di una iniziativa che nel prossimo biennio dovrebbe garantire percentuali positive di sviluppo.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi