Trump è un rischio per i mercati finanziari?

L’amministrazione statunitense recentemente guidata da Donald Trump è pericolosa? Secondo quanto afferma l’agenzia di rating Fitch, la risposta è un po’ positiva: l’agenzia sostiene infatti che l’amministrazione Trump rappresenta un rischio alle condizioni economiche internazionali e ai fondamentali del credito sovrano. Il perché è presto detto nella stessa dichiarazione, visto e considerato che Fitch spiega che la prevedibilità della politica statunitense è diminuita, e i canali di comunicazione internazionali e le norme relazionali di lunga data sono state accantonate, con un incremento di cambiamenti imprevisti e improvvisi nelle politiche americani, con possibili implicazioni di livello globale.

In particolar modo, afferma ancora l’agenzia di rating, i principali pericoli relativi ai crediti sovrani includono la possibilità di variazioni peggiorative nei rapporti commerciali, una diminuzione dei flussi di capitale internazionali, i limiti all’immigrazione che condizionano le rimesse e “i confronti aggressivi tra legislatori che contribuiscono ad aumentare o prolungare la volatilità nelle valute e in altri mercati finanziari”.

Ulteriormente, precisa Fitch, le nazioni che potrebbero rischiare maggiormente nelle ipotesi di non escludibili cambiamenti avversi nella politica americana sarebbero quelle con le relazioni più strette. E il fatto che Canada, Cina, Germania, Giappone e Messico siano state indicate da Trump in maniera esplicita per poter ottenere qualche effetto, non lascia naturalmente intendere che l’elenco sia finita qui. Rischiano infatti di finire nel mirino tutti quei Paesi che ricevono investimenti dagli USA e, sotto tale punto di vista, l’elenco non può che essere molto più lungo, considerando che tra le nazioni che hanno i maggiori interessi a mantenere gli investimenti Usa – limitandoci al solo settore manifatturiero – figurano anche il Regno Unito, l’Olanda, il Brasile.

Insomma, il 2017 potrebbe riservare ben più di qualche sorpresa negativa in ottica internazionale.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi