Quando l’economia cinese supererà quella americana?

guadagno tradingLa Cina supererà gli Stati Uniti per diventare la più grande economia del mondo entro il 2028, ovvero cinque anni prima di quanto stimato in precedenza a causa dei contrastanti recuperi dei due Paesi dalla pandemia di Covid-19, ha detto una recente ricerca.

Da qualche tempo, un tema generale dell’economia globale è la lotta economica e di potere tra gli Stati Uniti e la Cina – ha specificato il Centre for Economics and Business Research in un report annuale pubblicato sabato. La pandemia COVID-19 e le corrispondenti ricadute economiche hanno certamente ribaltato questa rivalità a favore della Cina.

La CEBR ha detto infatti che la Cina ha gestito la pandemia in modo abile, con il suo rigido blocco iniziale, e i colpi alla crescita a lungo termine in Occidente hanno fatto sì che la performance economica relativa della Cina sia migliorata. La Cina si aspettava una crescita economica media del 5,7% all’anno dal 2021-25 prima di rallentare al 4,5% all’anno dal 2026-30. Sebbene gli Stati Uniti avrebbero probabilmente avuto un forte rimbalzo post-pandemico nel 2021, la loro crescita sarebbe rallentata all’1,9% all’anno tra il 2022 e il 2024, e poi all’1,6% in seguito.

Il Giappone rimarrebbe la terza economia più grande del mondo, in termini di dollari, fino all’inizio degli anni ’30, quando verrebbe superato dall’India, spingendo la Germania dal quarto al quinto posto. Il Regno Unito, attualmente la quinta maggiore economia della CEBR, scivolerebbe al sesto posto a partire dal 2024.

Tuttavia, nonostante l’uscita dal mercato unico dell’Unione Europea nel 2021, si prevedeva che nel 2035 il PIL britannico in dollari sarebbe stato superiore del 23% a quello della Francia, aiutato dalla leadership della Gran Bretagna nell’economia digitale sempre più importante. L’Europa rappresentava il 19% della produzione nelle prime 10 economie mondiali nel 2020, ma scenderà al 12% entro il 2035, o meno se ci sarà una divisione acrimoniosa tra l’UE e la Gran Bretagna, ha detto la CEBR.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi