Bayer acquista Monsanto

coin-1080535_960_720Bayer, una delle principali case farmaceutiche al mondo, ha annunciato di aver comprato il colosso USA Monsanto, leader delle biotecnologie agrarie, per 66 miliardi di dollari. Un’operazione di ampie proporzioni, che ha suscitato non poche perplessità, e qualche profonda valutazione su quel che potrebbe accadere d’ora in poi in seguito al matrimonio tra i due big.

Secondo quanto ad esempio affermato da Coldiretti, l’acquisizione societaria sarebbe avvenuta per poter concentrare la commercializzazione di fitofarmaci e di sementi, garantendosi così un profitto in uno scenario in cui la politica agricola comunitaria non sembra essere indirizzata verso questa parte, bensì verso una produzione di basso impatto ambientale, che ha di conseguenza ridimensionato l’uso di fitofarmaci. (altro…)

Petrolio in storno nel suo trend di crescita

buy sellIl petrolio chiude con un piccolo storno dopo il rialzo della scorsa seduta. La performance settimanale del greggio rimane comunque ampiamente positiva per la prima volta da tre settimane (+6 per cento), dopo la crescita del 4 per cento registrata nella giornata di giovedì a seguito di un calo delle scorte di greggio inaspettata negli USA. (altro…)

Euro in rafforzamento in attesa della riunione BCE

coin-1080535_960_720Sull’ISM non manifatturiero degli Stati Uniti, ampiamente deludente (e per molti versi più deludente dell’ISM manifatturiero di qualche giorno prima) l’euro è rimbalzato di oltre una figura, rivedendo livelli abbandonati il giorno del discorso di Yellen a Jackson Hole, che invece avevano fornito un buon supporto al dollaro statunitense.

Tuttavia, non è affatto scontato che il temporaneo rafforzamento dell’euro possa durare a lungo. Già questa mattina i dati di produzione industriale tedesca sono stati pessimi, registrando in luglio una contrazione dell’1,5 per cento su base mensile, per una correzione che è la più ampia da agosto dell’anno scorso. La debolezza della crescita dell’area sarà un tema importante per la riunione BCE di domani e giocherà un ruolo chiave nell’indurre la banca centrale a lasciare aperte le porte a ulteriore stimolo monetario se necessario. (altro…)

Investimenti editoria, margini crollati negli ultimi anni

coin-1080535_960_720Gli investimenti nel settore editoriale? Una delusione, considerato che che dai dati che emergono dallo studio R&S di Mediobanca, nel corso del 2015 il settore sembra esser andato in controtendenza per quanto concerne la marginalità. Il crollo dei margini dal 2008 al 2015 è stato infatti del 95,7 per cento, con l’analisi del Centro studi di Mediobanca sulle 2060 società italiane industriali e terziarie di grandi e medie dimensioni che evidenzia quanto siano lontani i margini del pre crisi.

Rispetto ai dati del 2007, sottolinea il dossier, si è infatti verificati un calo del 32 per cento dei margini per le 2060 imprese e del 19,1 per cento per la manifattura. Sono in positivo solamente le medie imprese (+4,6 per cento) e il made in Italy (+2,8 per cento). (altro…)

Petrolio in parziale recupero dai minimi di agosto

dollar-exchange-rate-544949_960_720Il petrolio nelle ultime sessioni ha proseguito il parziale recupero rispetto ai livelli minimi che era riuscito a toccare nel corso dell’inizio del mese, e rinnovando i massimi dell’ultimo mese, con le quotazioni sostenute dall’attesa che i colloqui informali tra alcuni Paesi OPEC possano portare nel prossimo mese a un accordo sul congelamento della produzione.

La riunione OPEC di Vienna viene così investita di crescenti attese, e le buone speranze sono che, almeno questa volta, il meeting possa non concludersi con un nulla di fatto, come più volte peraltro accaduto in passato. D’altronde, a supportare tali buone aspettative sono alcune recenti dichiarazioni del Ministro dell’energia saudita, che ha aperto alla possibilità di una stabilizzazione del mercato, sebbene rimanga chiara l’opposizione dell’Iran che prosegue nella volontà di aumentare l’export dopo gli anni di embargo: l’Iran deve infatti recuperare quote di mercato drasticamente ridotte in seguito alle sanzioni applicate nel corso degli anni, e limitare la sua produzione significherebbe impedire il recupero delle quote previste. (altro…)

Piccoli Prestiti Personali di Cofidis

prestito banconoteCofidis è una società finanziaria che vanta ormai trent’anni di esperienza nell’erogazione del credito ai privati. Con lo sviluppo delle potenzialità delle reti internet, l’istituto mette a disposizione anche dei servizi online, che facilitano notevolmente la richiesta e l’ottenimento del capitale per prestiti veloci di piccola e media entità, da restituire comodamente per mezzo di rate mensili. (altro…)

Sterlina in posizione attendista, aspettando la prossima settimana

valuteGiornate poco movimentate per la sterlina, che ha assistito indenne alla pubblicazione dei dati di produzione industriale, che ieri sono stati in linea con le attese, così come alla pubblicazione dei dati, più negativi, relativi alla bilancia commerciale.

Nonostante ciò, in buona evidenza, la sterlina ha dimostrato di risentirne molto poco, frenando la sua lieve flessione a quota 1,2956 GBP/USD. Il calo era peraltro già avvenuto prima della pubblicazione di tali dati del calendario macroeconomico, in virtù delle dichiarazioni di McCafferty che sembravano indicare una propensione della BoE ad ampliare ulteriormente lo stimolo monetario nei prossimi mesi: il fatto che le dichiarazioni provenissero da un membro BoE ritenuto “falco”, hanno condito di maggiore rilevanza tali affermazioni che, però, in realtà erano di fatto identiche a quelle già emerse dal discorso del governatore Carney al termine della riunione di giovedì scorso. (altro…)

Produzione industriale, si attendono dati incoraggianti dall’Italia

Opzioni binarieNella giornata di oggi si attende la pubblicazione dell’aggiornamento sull’andamento della produzione industriale italiana, che è stimata rimbalzare a giugno, pur lievemente di circa 0,1 – 0,3 punti percentuali su base mensile, dopo l’arretramento di 0,6 punti percentuali su base mensile risalente a maggio. Il recupero è dovuto al fatto che la flessione del mese precedente appariva almeno in parte dovuta alla correzione per la differenza insolitamente ampia di giorni lavorativi rispetto al mese di maggio dello scorso anno (22 contro 20). D’altra parte, il rimbalzo sarà contenuto dalla presenza del “ponte” del 2 giugno. (altro…)

USA ancora in crescita, ma su ritmi più lenti

day-trading-lingoL’economia degli Stati Uniti continua a crescere, ma lo fa con ritmi ancora più lenti, dimostrando dunque quanto possa essere graduale la strada di sviluppo del prodotto interno lordo della principale economia del mondo. Dunque, a causa presumibile della crisi internazionale, piuttosto che dell’esito del referendum sulla Brexit (che però ha l’effetto di aver nuociuto al clima globale, creando maggiore incertezza), nel corso del secondo trimestre il Pil americano è cresciuto dell’1,2 per cento, mentre il dato del mese precedente è stato rivisto al ribasso da 1,1 per cento a 0,8 per cento. (altro…)

Esistono trucchi per il forex?

forexMoltissimi trader principianti sono alla costante e sistematica ricerca di trucchi per guadagnare con il forex trading. Ma esistono questi trucchi? L’argomento è importante, per due motivi. Primo, perché la ricerca dei trucchi distoglie l’attenzione da una formazione seria e accurata (che è quella che determina il vero successo nel forex) e secondo perché in effetti il concetto di trucco è spesso utilizzato da truffatori di ogni risma per provare a vendere ebook dal contenuto dubbio.
Insomma, se qualcuno prova a venderti la guida per diventare ricco con i trucchi forex in 7 giorni, è sicuro che sia una truffa. I trucchi per il forex, ammesso che esistono, sono molto più semplici di quello che si crede. Probabilmente sarebbe anche meglio non chiamarli proprio trucchi.

Guida al forex

Per prima cosa partiamo da un concetto fondamentale e spesso trascurato: che cosa è il forex. Il forex è un grande mercato finanziario dove tutti possono accedere per scambiare coppie di valute. Diciamo coppie di valute e non valute perché non è possibile operare su una singola valuta sul forex.

Quando si fa forex trading si compra sempre una valuta e se ne vende un’altra. Nella maggior parte dei casi si opera con strumenti derivati come contratti per differenza o opzioni binarie. Quando si guadagna sul forex? Semplice, si guadagna quando si riesce a prevedere in anticipo quale delle due valute si apprezzerà e quale si indebolirà. Ovviamente a previsioni sbagliate potrebbero corrispondere delle perdite, talvolta anche accentuate.

Servono trucchi per operare nel mercato forex? A prima vista no e in effetti si tratta di prevedere come si evolve un mercato finanziario. In fondo non stiamo giocando: moltissime persone, al momento di iniziare il forex, pensano che sia una specie di gioco a premi o una scommessa. Niente di più falso. Il forex è investimento finanziario serio, chi vuole guadagnare deve approcciarsi in maniera preparata, senza aspettarsi miracoli.

Ma c’è un trucco che può essere utile a moltissimi trader principianti: occhio alla scelta del broker. E’ vero infatti che il mercato forex è aperto a tutti, ma è anche vero che per operare sul forex è necessario aprire un conto su un forex broker. Proprio la scelta del broker è il trucco che fa la differenza: scegliere un broker sicuro, affidabile, onesto e senza commissioni. Insomma, per fare un esempio concreto scegliere un broker come Plus500 potrebbe essere un trucco con un risultato eccellente.

Corsi forex gratis online

Abbiamo cominciato questo articolo parlando degli ebook che spiegano fantomatici trucchi forex. Purtroppo molti trader principianti, coloro che sono al punto di iniziare il forex, comprano queste guide perdendo soldi e non imparando quasi nulla. Ma ci sono delle eccezioni: i corsi forex gratis online offerti dai migliori broker. Una volta aperto il conto su di un broker è possibile accedere a queste risorse che vengono offerte in modo completamente gratuito. In questo modo si risparmia ma soprattutto si accede ad informazioni di altissima qualità. Ovviamente seguendo questi corsi non si diventa ricchi in 7 giorni.