Piccoli Prestiti Personali di Cofidis

prestito banconoteCofidis è una società finanziaria che vanta ormai trent’anni di esperienza nell’erogazione del credito ai privati. Con lo sviluppo delle potenzialità delle reti internet, l’istituto mette a disposizione anche dei servizi online, che facilitano notevolmente la richiesta e l’ottenimento del capitale per prestiti veloci di piccola e media entità, da restituire comodamente per mezzo di rate mensili. (altro…)

Sterlina in posizione attendista, aspettando la prossima settimana

valuteGiornate poco movimentate per la sterlina, che ha assistito indenne alla pubblicazione dei dati di produzione industriale, che ieri sono stati in linea con le attese, così come alla pubblicazione dei dati, più negativi, relativi alla bilancia commerciale.

Nonostante ciò, in buona evidenza, la sterlina ha dimostrato di risentirne molto poco, frenando la sua lieve flessione a quota 1,2956 GBP/USD. Il calo era peraltro già avvenuto prima della pubblicazione di tali dati del calendario macroeconomico, in virtù delle dichiarazioni di McCafferty che sembravano indicare una propensione della BoE ad ampliare ulteriormente lo stimolo monetario nei prossimi mesi: il fatto che le dichiarazioni provenissero da un membro BoE ritenuto “falco”, hanno condito di maggiore rilevanza tali affermazioni che, però, in realtà erano di fatto identiche a quelle già emerse dal discorso del governatore Carney al termine della riunione di giovedì scorso. (altro…)

Produzione industriale, si attendono dati incoraggianti dall’Italia

Opzioni binarieNella giornata di oggi si attende la pubblicazione dell’aggiornamento sull’andamento della produzione industriale italiana, che è stimata rimbalzare a giugno, pur lievemente di circa 0,1 – 0,3 punti percentuali su base mensile, dopo l’arretramento di 0,6 punti percentuali su base mensile risalente a maggio. Il recupero è dovuto al fatto che la flessione del mese precedente appariva almeno in parte dovuta alla correzione per la differenza insolitamente ampia di giorni lavorativi rispetto al mese di maggio dello scorso anno (22 contro 20). D’altra parte, il rimbalzo sarà contenuto dalla presenza del “ponte” del 2 giugno. (altro…)

USA ancora in crescita, ma su ritmi più lenti

day-trading-lingoL’economia degli Stati Uniti continua a crescere, ma lo fa con ritmi ancora più lenti, dimostrando dunque quanto possa essere graduale la strada di sviluppo del prodotto interno lordo della principale economia del mondo. Dunque, a causa presumibile della crisi internazionale, piuttosto che dell’esito del referendum sulla Brexit (che però ha l’effetto di aver nuociuto al clima globale, creando maggiore incertezza), nel corso del secondo trimestre il Pil americano è cresciuto dell’1,2 per cento, mentre il dato del mese precedente è stato rivisto al ribasso da 1,1 per cento a 0,8 per cento. (altro…)

Esistono trucchi per il forex?

forexMoltissimi trader principianti sono alla costante e sistematica ricerca di trucchi per guadagnare con il forex trading. Ma esistono questi trucchi? L’argomento è importante, per due motivi. Primo, perché la ricerca dei trucchi distoglie l’attenzione da una formazione seria e accurata (che è quella che determina il vero successo nel forex) e secondo perché in effetti il concetto di trucco è spesso utilizzato da truffatori di ogni risma per provare a vendere ebook dal contenuto dubbio.
Insomma, se qualcuno prova a venderti la guida per diventare ricco con i trucchi forex in 7 giorni, è sicuro che sia una truffa. I trucchi per il forex, ammesso che esistono, sono molto più semplici di quello che si crede. Probabilmente sarebbe anche meglio non chiamarli proprio trucchi.

Guida al forex

Per prima cosa partiamo da un concetto fondamentale e spesso trascurato: che cosa è il forex. Il forex è un grande mercato finanziario dove tutti possono accedere per scambiare coppie di valute. Diciamo coppie di valute e non valute perché non è possibile operare su una singola valuta sul forex.

Quando si fa forex trading si compra sempre una valuta e se ne vende un’altra. Nella maggior parte dei casi si opera con strumenti derivati come contratti per differenza o opzioni binarie. Quando si guadagna sul forex? Semplice, si guadagna quando si riesce a prevedere in anticipo quale delle due valute si apprezzerà e quale si indebolirà. Ovviamente a previsioni sbagliate potrebbero corrispondere delle perdite, talvolta anche accentuate.

Servono trucchi per operare nel mercato forex? A prima vista no e in effetti si tratta di prevedere come si evolve un mercato finanziario. In fondo non stiamo giocando: moltissime persone, al momento di iniziare il forex, pensano che sia una specie di gioco a premi o una scommessa. Niente di più falso. Il forex è investimento finanziario serio, chi vuole guadagnare deve approcciarsi in maniera preparata, senza aspettarsi miracoli.

Ma c’è un trucco che può essere utile a moltissimi trader principianti: occhio alla scelta del broker. E’ vero infatti che il mercato forex è aperto a tutti, ma è anche vero che per operare sul forex è necessario aprire un conto su un forex broker. Proprio la scelta del broker è il trucco che fa la differenza: scegliere un broker sicuro, affidabile, onesto e senza commissioni. Insomma, per fare un esempio concreto scegliere un broker come Plus500 potrebbe essere un trucco con un risultato eccellente.

Corsi forex gratis online

Abbiamo cominciato questo articolo parlando degli ebook che spiegano fantomatici trucchi forex. Purtroppo molti trader principianti, coloro che sono al punto di iniziare il forex, comprano queste guide perdendo soldi e non imparando quasi nulla. Ma ci sono delle eccezioni: i corsi forex gratis online offerti dai migliori broker. Una volta aperto il conto su di un broker è possibile accedere a queste risorse che vengono offerte in modo completamente gratuito. In questo modo si risparmia ma soprattutto si accede ad informazioni di altissima qualità. Ovviamente seguendo questi corsi non si diventa ricchi in 7 giorni.

Nuova flessione dei tassi su prestiti e mutui

day-trading-lingoStando a quanto afferma l’ultimo rapporto dell’Abi, gli impieghi alle famiglie e alle imprese hanno subito una variazione di 0,4 punti percentuali contro l’aumento dello 0,33 per cento del mese di maggio e il calo di 0,22 punti percentuali nel corso del mese di giugno. Complessivamente, il totale dei prestiti – sommando pertanto il dato precedente a quello relativo alla pubblica amministrazione – ha segnato una variazione prossima allo zero, pari a – 0,3 punti percentuali. (altro…)

Broker opzioni binarie a confronto per scegliere i migliori

trend tradingAssodato, e speriamo che lo sia, che dalla scelta di un buon broker dipende il nostro percorso nel trading binario, non ci resta che scegliere quello più appropriato e opportuno in base a delle caratteristiche precise, per default, ed anche in base alle nostre esigenze soggettive, che cambiano da trader a trader.

Dovete sapere che non tutti i broker di opzioni binarie sono uguali e non tutti i broker hanno le stesse caratteristiche per quanto riguarda il deposito minimo o massimo o anche l’importo minimo necessario ad aprire una posizione. Anche per quanto riguarda il bonus omaggio cambiano le somme che possiamo ricevere dal broker in oggetto e anche le condizioni di usabilità etc… Insomma ad ogni broker le sue condizioni. (altro…)

Previsioni negative sulle Ipo europee del 2016

euro-447214_960_720Un recente studio diramato da Pwc non sembra conferire particolare ottimismo al settore delle Ipo in Europa. Quando manca poco a quella di Enav, l’ente nazionale di aviazione civile che verrà fatto sbarcare in Borsa nella giornata del 26 luglio, Pwc sottolinea come le transazioni di initial public offering nel vecchio Continente non otterranno più di 25 miliardi di euro entro la fine dell’anno, meno della metà dei 57,4 miliardi di euro del 2015. (altro…)

Quanto peserà la Brexit sul Pil Italia?

day-trading-lingoIl referendum sulla Brexit dello scorso 23 giugno ha decretato l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Ma quale sarà l’effettivo impatto di tale scelta sull’economia italiana?

Secondo quanto affermano le più accreditate analisi, l’impatto negativo sul prodotto interno lordo tricolore potrebbe essere – nello scenario più negativo – di circa 0,4 punti percentuali. Lo shock della Brexit potrebbe infatti trasmettersi non soltanto attraverso il canale commerciale (colpito simultaneamente da rallentamento nel Regno Unito e svalutazione della sterlina), quanto anche per la domanda domestica, sia per investimenti che per consumi, per via di un possibile impatto sulla fiducia della volatilità sui mercati finanziari. (altro…)

Dati macro USA in uscita: ecco cosa potrebbe succedere

trading-automatico-750x410Archiviato temporaneamente il totale assorbimento di attenzioni in virtù del recente referendum del 23 giugno sulla Brexit, è anche tempo di concentrarci sulle altre novità macro in corso di pubblicazione. A cominciare, magari, da quelle statunitensi, dove il dollaro è oramai candidato per consolidare la propria condizione di forza contro euro e sterlina. (altro…)