Trimestrale deludente per General Electric

15103192-14759122717965736In una stagione di trimestrali a stelle e strisce particolarmente convincenti, cominciano ad apparire le prime “pecore nere” o, per lo meno, di qualche tonalità di grigio. General Electric ha ad esempio pubblicato un report in cui spicca un utile trimestrale al di sotto delle attese degli analisti e, anche in virtù di ciò, è stato costretto a rivedere gli obiettivi 2016 in peggio. (altro…)

Fiat Chrysler, immatricolazioni in forte aumento

fcaSono stati recentemente pubblicati i dati relativi alle immatricolazioni europee di veicoli nel corso del mese di settembre. E ancora una volta, il gruppo italo – canadese FCA ha dimostrato di poter conseguire una prestazione superiore alla media del settore, con una spinta che questa volta ha addirittura superato buona parte delle attese degli analisti internazionali. (altro…)

Stati Uniti, ecco gli attesi aggiornamenti sul mercato del lavoro

coin-1080535_960_720Erano largamente attesi i dati sul mercato del lavoro, a conclusione di una settimana (la precedente), in cui i dati macroeconomici apparivano in linea con una crescita moderata, caratterizzata da un mercato del lavoro ormai al pieno impiego e da un graduale trend verso l’alto dell’inflazione. L’employment report di settembre ha confermato questo quadro, non mancando però di fornire alcuni utili spunti di interpretazione. (altro…)

Boeing consegnerà il primo Max entro metà 2017

boeing-787Il 737 Max, il bireattore Boeing per tratte di breve – medio raggio, con nuovo motore, potrebbe essere disponibile sul mercato prima delle attese. Il costruttore americano ha infatti stimato di ottenere il via libera dalla Faa per il trasporto commerciale passeggeri entro la fine del primo trimestre del prossimo anno, e di conseguenza poter consegnare il primo esemplare entro la fine della metà del prossimo anno. L’acquirente del nuovo Boeing sarà la Southwest, la più importante compagnia low cost del mondo. (altro…)

Bayer acquista Monsanto

coin-1080535_960_720Bayer, una delle principali case farmaceutiche al mondo, ha annunciato di aver comprato il colosso USA Monsanto, leader delle biotecnologie agrarie, per 66 miliardi di dollari. Un’operazione di ampie proporzioni, che ha suscitato non poche perplessità, e qualche profonda valutazione su quel che potrebbe accadere d’ora in poi in seguito al matrimonio tra i due big.

Secondo quanto ad esempio affermato da Coldiretti, l’acquisizione societaria sarebbe avvenuta per poter concentrare la commercializzazione di fitofarmaci e di sementi, garantendosi così un profitto in uno scenario in cui la politica agricola comunitaria non sembra essere indirizzata verso questa parte, bensì verso una produzione di basso impatto ambientale, che ha di conseguenza ridimensionato l’uso di fitofarmaci. (altro…)

Petrolio in storno nel suo trend di crescita

buy sellIl petrolio chiude con un piccolo storno dopo il rialzo della scorsa seduta. La performance settimanale del greggio rimane comunque ampiamente positiva per la prima volta da tre settimane (+6 per cento), dopo la crescita del 4 per cento registrata nella giornata di giovedì a seguito di un calo delle scorte di greggio inaspettata negli USA. (altro…)

Euro in rafforzamento in attesa della riunione BCE

coin-1080535_960_720Sull’ISM non manifatturiero degli Stati Uniti, ampiamente deludente (e per molti versi più deludente dell’ISM manifatturiero di qualche giorno prima) l’euro è rimbalzato di oltre una figura, rivedendo livelli abbandonati il giorno del discorso di Yellen a Jackson Hole, che invece avevano fornito un buon supporto al dollaro statunitense.

Tuttavia, non è affatto scontato che il temporaneo rafforzamento dell’euro possa durare a lungo. Già questa mattina i dati di produzione industriale tedesca sono stati pessimi, registrando in luglio una contrazione dell’1,5 per cento su base mensile, per una correzione che è la più ampia da agosto dell’anno scorso. La debolezza della crescita dell’area sarà un tema importante per la riunione BCE di domani e giocherà un ruolo chiave nell’indurre la banca centrale a lasciare aperte le porte a ulteriore stimolo monetario se necessario. (altro…)

Investimenti editoria, margini crollati negli ultimi anni

coin-1080535_960_720Gli investimenti nel settore editoriale? Una delusione, considerato che che dai dati che emergono dallo studio R&S di Mediobanca, nel corso del 2015 il settore sembra esser andato in controtendenza per quanto concerne la marginalità. Il crollo dei margini dal 2008 al 2015 è stato infatti del 95,7 per cento, con l’analisi del Centro studi di Mediobanca sulle 2060 società italiane industriali e terziarie di grandi e medie dimensioni che evidenzia quanto siano lontani i margini del pre crisi.

Rispetto ai dati del 2007, sottolinea il dossier, si è infatti verificati un calo del 32 per cento dei margini per le 2060 imprese e del 19,1 per cento per la manifattura. Sono in positivo solamente le medie imprese (+4,6 per cento) e il made in Italy (+2,8 per cento). (altro…)

Petrolio in parziale recupero dai minimi di agosto

dollar-exchange-rate-544949_960_720Il petrolio nelle ultime sessioni ha proseguito il parziale recupero rispetto ai livelli minimi che era riuscito a toccare nel corso dell’inizio del mese, e rinnovando i massimi dell’ultimo mese, con le quotazioni sostenute dall’attesa che i colloqui informali tra alcuni Paesi OPEC possano portare nel prossimo mese a un accordo sul congelamento della produzione.

La riunione OPEC di Vienna viene così investita di crescenti attese, e le buone speranze sono che, almeno questa volta, il meeting possa non concludersi con un nulla di fatto, come più volte peraltro accaduto in passato. D’altronde, a supportare tali buone aspettative sono alcune recenti dichiarazioni del Ministro dell’energia saudita, che ha aperto alla possibilità di una stabilizzazione del mercato, sebbene rimanga chiara l’opposizione dell’Iran che prosegue nella volontà di aumentare l’export dopo gli anni di embargo: l’Iran deve infatti recuperare quote di mercato drasticamente ridotte in seguito alle sanzioni applicate nel corso degli anni, e limitare la sua produzione significherebbe impedire il recupero delle quote previste. (altro…)

Piccoli Prestiti Personali di Cofidis

prestito banconoteCofidis è una società finanziaria che vanta ormai trent’anni di esperienza nell’erogazione del credito ai privati. Con lo sviluppo delle potenzialità delle reti internet, l’istituto mette a disposizione anche dei servizi online, che facilitano notevolmente la richiesta e l’ottenimento del capitale per prestiti veloci di piccola e media entità, da restituire comodamente per mezzo di rate mensili. (altro…)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi